UB Firenze, un viaggio nel tempo…

Vicino al Duomo di Firenze abbiamo fatto un viaggio nel tempo entrando in UB, un labirinto di oggetti pervaso dall’energia dei ricordi.

Mobili, sculture e stupore si sono accavallati in questo luogo quasi mistico, abbiamo trovato i bicchieri della nonna…meravigliosa emozione!

In questo viaggio siamo partiti da una piccola lastra metallica, pesante, con un pentagramma inciso e abbiamo scoperto che si tratta di un oggetto d’arte, l’arte della stampa della musica! Pensando alla mostra di fotografia jazz di Marco Benvenuti, a Konnubio, a pochi metri da qui, ci incuriosisce e scopriamo che a differenza della stampa scritta, un tempo, gli spartiti erano realizzati completamente  a mano incidendo e punzonando la musica in modo speculare su una lastra di zinco o peltro, come quelle tutelate da UB. Le incisioni trattenevano l’inchiostro e imprimendo la carta sulla lastra, si produceva l’immagine della pagina. Una tecnica che non ammetteva errori e che si conquistava con almeno cinque anni di studio ed altrettanti di pratica, prima di diventare un maestro incisore.

dav

…e poi lampade, giocattoli che ci riportano bambini, un tesoro di carte da parati… insomma un luogo in cui di notte, non mi stupirei di trovare gnomi animati, teste di bambole parlanti, oggetti volanti e il custode di questo mondo, Ubaldo, come cappellaio matto… assolutamente un luogo da vedere se si vuole andare lontano!

 

Annunci

Un pensiero su “UB Firenze, un viaggio nel tempo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...